Archivi Blog

La storia della letteratura a fumetti. 5

Tanti Auguri ai duri e puri

Di Valeria Noli

E tanti e tanti auguri a tutto il mondo:Auguri
la Mafia danza lieta, qui trionfa,
ed il governo pensa a farci il tondo.

Perché il buon gusto cade, cede e tonfa
e se non hai lavoro, voglia o meno,
tu non puoi farci nulla. Il gatto ronfa

nella sua cesta, dorme senza freno,
e saltano le pulci sul suo pelo,
e possono perfin balzarti in seno.

E blatera la nonna – santo cielo! –
lamenta un suo passato ricco e antico,
“S’andava a sentir messa con il velo”.

Allora, amico caro, te lo dico:
fatti un Natale tuo, col vitalizio,
che ieri passeggiando in via Panìco

alcuni vidi andar, colmi di vizio,
lupi senza pelliccia, ma viziosi,
lupe con la pelliccia e tutte sfizio.

Giravano i negozi più lussuosi
in cerca di una “mise” molto elegante
per i veglioni lor libidinosi.

Ma son tutti parenti all’elefante
che un dì, dentro un negozio di cristalli,
fece un bel po’ di danni; o tu danzante

sul fil del precipizio, sulle valli,
politico: ti attendono, pazienti,
padri incapienti, poveri e camalli.

T’aspettano, con occhi intelligenti:
verrà quel tempo che gli dia ragione
su chi scrive decreti malviventi,

che meritan ludibrio e reclusione.
Molti nel mondo vivono la crisi,
ma a noi non è bastato Don Puglisi.

SupPoste Italiane

Alcuni giorni orson m’è capitataposte_lumaca
un’avventura assurda: dalla Posta
m’è pervenuta una raccomandata

che richiedeva mia presenza tosta
presso un ufficio lor di smistamento
dove per me una busta era riposta

M’è preso allora un certo smarrimento:
codesta pare caccia ad un tesoro!
Potevan limitar lo sbattimento

mandandomi soltanto di straforo
codesta busta, senza sprechi idioti
del tempo mio, prezioso più dell’oro?

Ma i desideri miei son sciocchi e vuoti
e a ritirare mi son premurato
la busta, frantumantomi gli scroti

Mezz’ora e più di coda: l’impiegato
mi fa firmare un libro, poi ritiro
e apro la busta infine, sollevato
.

Mi si palesa lungo assai un papiro:
la Posta di fornire mi richiede
informazioni vaghe, a stretto giro

E il bello sta che ciò che mi si chiede
dirsi non può al telefono o per posta
ma consumando tempo, suola e piede

Ma questa inefficienza quanto costa?
Abbiam più mezzi per comunicare
che frasi che si meritan risposta
!

M’accingo sconsolato a oltrepassare
del BancoPosta l’uscio: un’altra fila
di quasi un’ora, fermo, ad aspettare

Per poi scoprir che il fin della trafila
era verificar il cellulare
e l’indirizzo: uguali dal duemila…

Nessuna variazion, però firmare
di nuovo m’è toccato carte e carte
prima che mi potessi congedare.

Il dubbio mi sovvien di star su Marte

Giornata contro la violenza sulle donne

Di @Valeria_Noli

Violenza, e calci e insulti e poco resta
image da fare se un vigliacco ti massacra
il fisico ed il cuor e anche la testa.

Diventi anche un po’ complice passiva
quando il tuo sangue scorre nel lavabo
per via di un’altra botta, più incisiva.

Ma questo non vuol dir fossi d’accordo
e forse nel passato un altro uomo
al suono del tuo pianto fu ben sordo.

Ricorda: non lo merita nel mondo
né donna e nessun uomo, che anche a loro
la vita può giocare un tiro immondo.

Ricordati che sempre c’è una scelta
e se tu non ti salvi non t’aiuta
nessuno. Tu a reagire sii più svelta.

Denuncialo, evidenzia il grande errore
di chi pensa che agendo con la forza
dimostra molta forza e non squallore.

Trasforma quella vita indecorosa:
inventati per te un’altra cosa.

Grilli danzanti, piogge abbondanti

Di @Valeria_Noli

Giuseppe Grillo insiste vaneggiandoAlluvione
e parla, parla, parla, è maniacale.
Meglio sarebbe dir che sta “Burlando”
davanti al bel palazzo già Ducale.
 
Ma il buon Burlando è uscito dalla storia
eppure il malgoverno ancor permane
dopo di lui il buon sindaco Doria,
sembra pazzesco, ma è altrettanto inane.
 
Stupito li sogguarda il burattino
medio abitante della Capitale,
chiedendosi tra i due chi è più cretino
sommerge l’acqua intanto lo stivale.
 
Eppure lo stival non è bucato
ma molte le parole e pochi fatti
lo fanno somigliare a uno sterrato
dove fan la quadriglia tanti matti.
 
E poi Matteo, il gran rottamatore,
promette aggiustamenti a larga mano
come se chi ha prodotto tanto orrore
non fosse amico di Angelino Alfano.
 
Ahimé, questi ha uno sguardo ben sinistro
ma dopo il patto ch’è del Nazareno
adesso dell’Interno fa il Ministro,
da quando Enrico Letta sta sereno.
 
Ora al tg declama chi trasogna
…ma che lo sommergesse la vergogna!

Serenata a sorpresa

Scritto per il LoLington Post

Il prode Cecco alla sua innamorataSerenata-featured-300x336
s’appresta a organizzar sotto al verone,
romantico, una bella serenata

Da mesi ormai prepara la canzone
che intonerà al cospetto di quel viso
angelicato e rosso d’emozione

e sogna, ripetendo il breve inciso,
di udir della sua voce il suon vibrante,
melodico, da uccel del Paradiso

Strimpella il mandolin, con far zelante
poi con la strofa va del ritornello…
ma lo raggiunge un suono raggelante!

La voce che sognava d’un fringuello
è stridula e stonata, al punto tale
da ricordar d’un pozzo il verricello!

Ma Cecco non la prende troppo a male:
“In fondo, basta che sia buona e bella
e sappia intrattener un commensale”

“Mia amata”, si rivolge alla donzella
“Rallegrami l’udito, sii indulgente,
col suono della dolce tua favella”

Ma basta una parola, quasi niente,
per far capire a Cecco che l’amata
non è solo stonata: è balbuziente!

Depresso dalla nuova bastonata
fa per girar sui tacchi, poi s’arresta:
“Che importa, quel che conta è la facciata!”

“Mia cara”, dice, “Non essere mesta:
possiedi una beltà così abbagliante
che il neo mostratomi nell’ombra resta.

Perchè mi lasci solo e trepidante,
e non scendi a tenere compagnia
al menestrello, garrulo e cantante?”

D’un tratto la donzella corre via
e in Cecco inizia a fremer la speranza,
pregusta dell’incontro la magia.

La luce vede spegner nella stanza,
ode girar la chiave nella toppa,
la porta s’apre ed ecco lei che avanza:

“Oh cacchio, non ci credo! E’ pure zoppa!”

80 euro posson bastare

80 euro per te
imageposson bastare
80 euro per chi
si lascia ingravidare
disoccupati da sistemare
e pensionati che non voglion morire
80 euro per chi
mi dice sempre di sì

Vorrei sapere chi ha detto
che la copertura non c’è
matto, quello è proprio matto perché
forse non sa
che basta alzar le tasse sulla casa
o sulla pattumiera
Però quel matto mi conosce perché ha detto una cosa vera