Archivi Blog

L’Eden di Della Valle

Di Della Valle il turno sembra giuntoDella Valle
La sua “discesa in campo” nell’agone
accolgo con non poco disappunto

Che s’ergano dal mondo del pallone
a della Patria Prodi Salvatori
nuovo non è: dell’ultimo bubbone

portiamo nelle nari ancor gli afrori.
Come se governare il BelPaese
fosse question di gol e di rigori.

E pure in questo caso di palese
ci vedo un gran conflitto d’interessi
celato dietro a nobili pretese.

Di Tod’s sei il proprietario, non siam fessi:
è chiara come il bianco delle sciarpe
che porti quale trama, o Diego, tessi.

A Renzi vuoi soltanto “far le scarpe”

Contrappasso 2.0 – Quelli che ai Mondiali tifano contro

Scritto per InSupposte

Non è cosa da prendere a ridere: è un peccato gravissimo.
Costoro sono inquadrabili a tutti gli effetti come Traditori della Patria, che nel cono dell’Inferno occupano uno dei Cerchi piùContrappasso 2.0 - quelli che ai Mondiali tifano contro vicini a Lucifero, tanto da sentirne il fiato pestilenziale ad ogni sospiro (Sua Malvagità adora la “Bagnacauda”).

Codesti fedifraghi considerano i Mondiali di calcio un evento nazional popolare di bassa lega, e guardano con un misto di compassione e spocchia chi si entusiasma al rito della frittata alla cipolla, birra e rutto libero di fantozziana memoria, o chi si riunisce a casa di amici e la trasforma in un mercato rionale per tutta la durata della partita.
La loro insofferenza verso queste esplosioni di gioia collettiva è tale che arrivano a godere se la Nazionale viene sconfitta, motivo per cui tifano contro, anche se, temendo per la loro incolumità, si guardano bene dal darlo a vedere.

Per tali frustrati, incapaci di condividere altro che non sia la loro animosità, vi propongo i seguenti contrappassi: non siate troppo indulgenti e scegliete quello più adatto!

Aquarela do Mundial

Qualche partita appena, e già i MondialiAquarela do Mundial
forieri si preannuncian di sorprese
a giudicare dalle prime imprese
delle più grandi squadre nazionali

Carioca l’autogol che sbaglia i pali
la figuraccia dell’undici inglese

le cinque sberle dalla Spagna prese
le tre dell’Uruguay: son dei segnali?

Può essere che sia solo un’idea
ma penso sorridendo alle scommesse
e ai conti che faran gli allibratori.
Delle puntate immagino i valori
se questa finalissima vedesse
giocarsela il Giappone o la Corea!

Genny il camorrista

Nel calcio v’è una nuova malattia:Genny il camorrista
la mafia anche qui detta condizioni
sulle partite, gli esiti e striscioni
e Genny guida la tifoseria

Ma come? Quale oltraggio, che eresia
che un camorrista tessa relazioni
coi calciatori, peggio, coi padroni
dei Club e infici gioco e strategia!

Perchè stupirsi? Ormai ogni delinquente
manco il servizio presta più sociale
e gira libero, senza ritegno.
Guardate il Nano: un giorno finge impegno;  
il resto fa campagna elettorale
e del Milan è ancora il Presidente

Tra i due SuperMarii il terzo gode

Oggi vi parlerò di Super Mario,SuperMario Ballotelli
ma non del Professore ch’è al Governo,
nè della BCE il Gran Commissario.

Bensì colui che rappresenta un perno
del calcio, anche se invero è più famoso
per esser spesso oggetto dello scherno.

Tant’è che se domandi ad un tifoso:
“di Ballotelli elencami i successi”
ti parla di un aneddoto curioso.

Più che di gol, campione egli è d’eccessi,
come la Bentley in foggia militare:
lui e Lapo, come gusti hanno gli stessi.

Oppur quando per strada andò a sparare
da un’auto ultrasportiva i cui cerchioni
di giallo ha provveduto a verniciare

Per mesi  fracassatoci ha i maroni
la storia della Fico ingravidata
chè stenta a tener chiusi i pantaloni

Di qualche giorno fa fu la bravata
dell’auto senza l’assicurazione
e della multa per sosta vietata

Eppur per un sondaggio d’opinione
l’aver portato al Milan tal coatto
fa guadagnare un punto all’elezione

Mandiamo Balotelli a fare un patto
coi leader europei,  far le riforme:
ad incarnar l’Italia è certo adatto

L’italico buon senso è morto o dorme?

Il Derby della Mole

Di Sentiunpo via Spinoza 
 
Si riavvicina il derby della mole
già le cantine esplodono di vita
e sbocciano i sarcofagi e le ole
 
“Puoi smetter di contare con le dita”
Sono i tifosi, poveri, del Toro
aspettan tutto l’anno una partita
 
Il loro campionato inizia ora
e finirà tra una settimana
il triplice fischietto li trafora
 
Per giorni e giorni poi faran buriana
per protestar su falli laterali
e contestar la nera bodoniana
 
E invocan punizioni corporali
e piangon, ci maciullan le dilette
dell’almanacco citano gli annali
 
“Ricorda che già nel settantasette
ci fu negato un gol di Garritano”
Chiiii?? Ma povero tapin pensa alle tette
 
Divertiti! Va al cine! Non è umano
tifare quella squadra segoniana
manco foste dei fan di pallamano
 
Ma capitan degl’anni, cosa strana
che vincono la partita, gli alterati
E questa è la peggiore settimana
 
Festeggiano i granata, che beati:
fan festa più di loro, quei signori
che vendono orologi taroccati
 
E volano messaggi da bruciori
“Ho vinto e tu hai perso, che risate”
Resister in quei giorni sono dolori
 
Ma passerà anche questa, a mo’ d’estate
si riaprono i sarcofagi in cantina
ritornano a pensare alle ammucchiate
 
E alfine tutto torna come prima