Archivi Blog

Fatti non foste a viver come Nuti

Si Salvini chi può

Di @Maurizioneri79

Codesto segretario della LegaSi Salvini chi può
Pontifica concetti da emicrania
Io cerco di capir, ma nulla spiega

Vicino all’elezioni è lì che smania
Di bussola sembra impazzito un’ago
Nel simbolo smarrita è la Padania

Dell’euro basta? Quello con cui pago?
Qui siamo al verde, in rosso e andiamo in bianco
Ed il color cambiamo come un mago

Mi sembra nel suo ballo alfine stanco
In cerca d’affannosa secessione
Che stia danzando l’ultimo suo tanko?

Porco senza ali

Di @Starrynight

Mentr’io che discendea in basso lococalderoli-maiale-day
dinanzi alli occhi mi si fu offerto
colui che a straparlar ci pensò poco.

D’intelligenza in lui si fè deserto
con faccia da suin si presentava
che non fosse maial non ero certo.

Alberto da Giussano ei invocava
con l’elmo con le corna e con l’ampolla
d’acqua del Po da cui si abbeverava.

Ed io: “Or dimmi quale fu la molla
che ti spinse a sparar tante cazzate
sì che ti distinguesti dalla folla?”

Ei disse con parole vomitate:
“Io sono il padano Calderoli,
fiero protagonista di crociate,

del bergamasco il vil mangiafagioli
mi batto contro ogn’essere diverso
aborro l’uguaglianza e lo “ius soli”.

Quando mi resi conto ch’era immerso
in folli pregiudizi senza senso
e che del ragionar egli era perso

degl’ignoranti in cerca del consenso,
chiaro ebbi alfin misura del suo stile
lo salutai con gran piacere immenso

“Grugnisici, Calderol, nel tuo porcile!”

The Day After – Il giorno dopo

ElezioniConclusa infine s’è la corsa al seggio
ma senza grandi vinti e vincitori
la sensazione è quella di un pareggio

Spaccato è il Belpaese in tre colori:
un mostro senza capo e con tre teste
è ciò che dalle urne viene fuori

Su Grillo han concentrato le proteste
i giovani, i precari, gli indecisi
chi dei Partiti pensa corna e peste

Bersani, che per mesi li ha derisi
gustando di Primarie il plebiscito
del suo carisma non vedea la crisi

Chissà se finalmente avrà capito
che è ineluttabile il rinnovamento
o cambi, o il popolo cambia partito

E poi c’è chi votò lo schieramento
che predica miracoli alla gente
che pure Iddio realizzerebbe a stento

Mi chiedo: chi li vota n’è cosciente
che trattasi di emerite caz**te
oppure no, ci crede veramente?

Ritengo le risposte più sensate
provengano da comiche storielle
che spiegan come vengan correlate

la zucca e l’onestà col Pidielle:
le tre virtù coesistere non sanno
nell’Uomo esse si trovano gemelle

E intanto Silvio torna a fare danno

Giù al Nord

bacio-berlusconi-maronidi @Heliandros via Spinoza

Siglato a notte fonda fu l’accordo:
Staranno ancora insieme, e così sia.
Berlusconi cinguetta come un tordo:

“Farò il ministro dell’economia”
Se dovesse accadere, son sincero,
Avrei un attacco di licantropia.

Ma forse tutto questo non è vero:
Magari ho fatto solo indigestione
E adesso mi risveglio più leggero.

Basta con il Dio Po, la secessione,
I comunisti, il Bene contro il Male,
Il Grande Nord con la macroregione,

Borghezio che va in giro col maiale
A pisciare in dispetto al musulmano.
Vado in subbuglio gastrointestinale

Se penso agli sproloqui del Caimano,
al sorrisetto vacuo di Maroni
ed al grugno protruso dell’Alfano.

La chiudo qui, che ho già gli stranguglioni.

La preghiera di Umberto

di @Montales via Spinoza

Sbarbato e ben vestito mi presento
io son l’Umberto giunto da Gemonio
son qui perchè mia vita è gran tormento

Avrai sentito tu che pandemonio
il vento forte soffia ora al contrario
e quasi ci perdevo il matrimonio

Maròn, adesso è lui il segretario
costretto il Bobo mi ha a firmar resa
adesso smazzi lui i guai con l’Erario.

Non più può asta mia rimaner tesa
è ver blu pillolina un poco aiuta
ma punto me ne faccio, ho mano offesa!

Padania in crisi è, bevo cicuta
cerco di controllare la mia angina
ti chiedo di ascoltarmi, donna arguta.

Il nord disprezza elettoral cabina
oltre confin porta lavor Marchionne
cacciòtti anche a te in Erzegovìna.

A Bresso baciai le papali gonne
perfin io rinunciai a canottiere
ma nulla migliorò tra me e le donne

E’ ver io feci Renzo consigliere
per un pel non causai l’insurrezione
finì con qualche calcio nel sedere

Però perchè picchiarlo col bastone?
tra mafia, pompinare e no fatture
non meglio è forse l’essere coglione?

Madonna mia le ho subìte dure
di diamanti posso darti una collana
aiutami t’imploro con le cure

Io e te abbiam vissuto storia strana
i figli maschi, brutto è l’argomento
Ma dimmi, anche il tuo studiò a Tirana?

Ti prego, calma tu il mio tormento.

La Padana Tragedia

di @Frandiben via Spinoza

Ei fu siccome immobile ad un lato,
ma assai loquace col suo dito medio,
s’apparta il Senatùr dimenticato.

A Medjugorje va a cercar rimedio,
a bordo di un gommone, da quei slavi
da cui finora aveva tanto tedio.

Le condizioni sue ci paion gravi,
le altrui pagliuzze ancor va lamentando,
glissando sulle sue mostruose travi.

Eppur Umberto puoi andar saltando:
la devolution, che da tanto agogni,
la manca parte tua la sta già attuando.

Ma grazia dalla Vergine tu sogni,
rinneghi il tuo dio Po come un Teodosio,
per appagar mediatici bisogni,

t’inventi questa storia al saccarosio,
e Alberto da Giussano si domanda
se l’hai più moscio tu o quel Paolo Brosio.

Orsù dunque Avvocata, sii nefanda,
miracola l’infermo di razzismo
mutandolo in un nero dell’Uganda;

oppur lo si esaudisca con realismo,
rivolgi all’anatomiche sue parti
un lento e imperitur secessionismo.