Archivi Blog

Fatti non foste a viver come Nuti

Libertà è partecipazione

Mi duole constatar che anche stavoltaastensione
di non scegliere han scelto gli italiani
con l’astension, lavandosi le mani
a guisa di segnale di rivolta

Comprendo che la gente sia sconvolta
e stanca di votare ciarlatani
;
ma non v’è quorum che rendere vani
i voti possa, se la resa è molta

Così si dà il potere a quattro gatti,
che incarnano una maggioranza finta
,
di scegliere per noi una direzione.

Non va scordata mai questa lezione:
la madre dei cretini è sempre incinta
e alle elezioni votano compatti

80 euro posson bastare

80 euro per te
imageposson bastare
80 euro per chi
si lascia ingravidare
disoccupati da sistemare
e pensionati che non voglion morire
80 euro per chi
mi dice sempre di sì

Vorrei sapere chi ha detto
che la copertura non c’è
matto, quello è proprio matto perché
forse non sa
che basta alzar le tasse sulla casa
o sulla pattumiera
Però quel matto mi conosce perché ha detto una cosa vera

Merda alta in piazza San Marco

Scritto da Gor-Bee

Non c’è mai tregua: ancora alla ribalta Mose
mazzette, bustarelle, corruttela!
Questa volta in laguna è ‘merda alta’!
 
Da che l’umanità morse la mela,
sua fame avida giammai si fiacca
e ancora e ancor le viscere s’impela!

Sempre di sghèi ci s’empie la fusciacca,
al mercanteggio la moral si piega,
si tiene nostra patria qual baldracca!

Che anneghi nel letame ‘sta congrega
ch’al tornaconto suo decoro appalta!
E basta, non mi importa più una sega!

Tanto gentil e tanto onesto pare

Scritto per il LoLington Post

Tanto gentile e tanto onesto pareTanto gentil e tanto onesto pare
il buon Matteo, quand’egli altrui saluta:
la lingua sua non sa restare muta,
quando gli piglia il ticchio di parlare.

Gongola assai, sentendosi laudare,
che d’umiltà non brilla è risaputo
e par che apposta sia quaggiù venuto
da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi sì piacente a chi lo mira
genuino e gran comunicatore:
sui fatti lo vedremo ora alla prova;

speriamo che qualcosa alfin si mova
che dia sollievo, non solo rigore,
e al BelPaese mormori: Respira!

Se il leone cambia verso, bela

Cos’è che a Renzi passa per la testaRenzi Premier
che punta a prendere di Letta il posto
così, senza aspettare, ad ogni costo
rischiando che gli facciano la festa?

Perchè ascolto non dà a chi lo contesta:
“Per come il Parlamento è ora composto
ti bruci: con l’Italicum piuttosto
la man sarà più libera e più lesta”

Non è che pure Renzi le elezioni,
seppur possieda un ego smisurato,
di perdere alla fine abbia paura?
Ben nota nel PD è questa cultura:
della Sinistra l’alibi abusato,

pur fuori gioco, è sempre Berlusconi

Silvio, i’ vorrei che tu e Napo ed io

Silvio, i’ vorrei che tu e Napo ed ioRenzi e Berlusconi
pensassimo a rifare il Parlamento,
per dar vita a un Governo ch’a ogni vento
per sempre andasse al voler vostro e mio,

sì che fortuna od altro tempo rio
non ci potesse dare impedimento,
anzi, all’accrescer dell’affiatamento,
di stare insieme crescesse ‘l disio.

E Mastro Alfano e Mastro Grillo poi
che insieme di percento han quasi trenta
ci riconosceranno il lor favore:

Orsù, mettiam da parte odio e livore,
vedrai che ogni fazion sarà contenta,
sì come i’ credo che saremmo noi

I Tre Moschettieri del PD

D’Italia i paladini, alti e fieriMoschettieri
si sfidan per eleggere il migliore:

delle Primarie sono i Moschettieri

C’è Porthos, scaltro e comunicatore
provetto, esuberante ed irruento
e c’è chi lo dà già per vincitore

Aramis, erre moscia e tono spento
prete mancato, algido e glaciale
nella tenzon fra i tre sembra il più lento

E poi c’è Athos, l’intellettuale
la giovane promessa del Partito:
che D’Artagnan gli sia più congeniale?

Di Segretario chi verrà insignito
del titolo, con l’onere e l’onore
di rendere il PD meno ammuffito?

Alla risposta mancan poche ore

Napolitano trova l’uomo giusto

Di Montales via SpinozaNapolitano

Ma porco vien da dir di questo mondo!
Invece delle prugne e il semolino,
normali per chi è quasi moribondo,

mi tocca dell’Italia far destino!
Se in tre l’elettorato si è diviso
formar Governo è invero un gran casino.

Il Grillo ha trionfato d’improvviso
portando via al PD vittoria certa
sì che Bersani a tutti è ormai un inviso.

O Clio, mi porti tu l’altra coperta?
Pierluigi implora i Cinquestelle invano
mentre il Berlusca insiste con l’offerta

e Capezzone? Beh, lui lecca l’ano.
Così mentre il mercato cola a picco,
il salvator son io, Napolitano,

mentre mio posto vuole l’uomo ricco.
Se esiste veramente quel Signore
una proposta in testa ora gli ficco:

“Buon Dio, oh tu che sei benefattore,
deh lasciami tornar al mio giaciglio
per riposare nelle mie ultim’ore.

Faresti il Presidente del Consiglio?”

The Day After – Il giorno dopo

ElezioniConclusa infine s’è la corsa al seggio
ma senza grandi vinti e vincitori
la sensazione è quella di un pareggio

Spaccato è il Belpaese in tre colori:
un mostro senza capo e con tre teste
è ciò che dalle urne viene fuori

Su Grillo han concentrato le proteste
i giovani, i precari, gli indecisi
chi dei Partiti pensa corna e peste

Bersani, che per mesi li ha derisi
gustando di Primarie il plebiscito
del suo carisma non vedea la crisi

Chissà se finalmente avrà capito
che è ineluttabile il rinnovamento
o cambi, o il popolo cambia partito

E poi c’è chi votò lo schieramento
che predica miracoli alla gente
che pure Iddio realizzerebbe a stento

Mi chiedo: chi li vota n’è cosciente
che trattasi di emerite caz**te
oppure no, ci crede veramente?

Ritengo le risposte più sensate
provengano da comiche storielle
che spiegan come vengan correlate

la zucca e l’onestà col Pidielle:
le tre virtù coesistere non sanno
nell’Uomo esse si trovano gemelle

E intanto Silvio torna a fare danno