Archivi Blog

Fatti non foste a viver come Nuti

Annunci

80 euro posson bastare

80 euro per te
imageposson bastare
80 euro per chi
si lascia ingravidare
disoccupati da sistemare
e pensionati che non voglion morire
80 euro per chi
mi dice sempre di sì

Vorrei sapere chi ha detto
che la copertura non c’è
matto, quello è proprio matto perché
forse non sa
che basta alzar le tasse sulla casa
o sulla pattumiera
Però quel matto mi conosce perché ha detto una cosa vera

Cedere o non cedere, questo è il problema

Liberamente ispirata all'”Amleto” di Shakespeare

Cedere o non cedere, questo è il problema:Cedere o non cedere, questo è il problema
se sia più nobile nella mente soffrire
i colpi di fionda e i dardi dell’oltraggioso Grillo
o prender le armi contro un mare di bischeri
e, rottamandoli, disperderli. Morire, sparire.
Nient’altro, e con un Decreto dire che poniamo fine
ai dolori del Governo e ai mille tumulti interni
naturale retaggio del PD: è una conclusione
da desiderarsi immediatamente. Morire, finire.

Sperare, forse sognare. Sì, qui è l’ostacolo,
perché in quello stato di pace quali rogne possano venire
dopo che ci siamo cavati di dosso queste rotture di corbelli
deve farci esitare. È la remora questa che di tanto
prolunga la vita alle legislature.

Chi vorrebbe, sennò, sopportare le frustate e gli scherni di Grillo,
il torto della Camusso, la contumelia del Civati superbo,
le angosce di Squinzi, il ritardo delle leggi,
l’insolenza delle cariche ufficiali, e il disprezzo
che Matteo, paziente, riceve dai mediocri,
quando di mano propria potrebbe saldare il suo conto
con un colpetto di firma? Chi porterebbe fardelli,
grugnendo e sudando sotto il peso di una vita faticosa,
se non fosse il timore di qualcosa dopo le elezioni,
la terra inesplorata donde mai non tornò alcun trombato,
da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/racconti/classico/racconto-2315a sgomentare la nostra volontà
a persuaderci a sopportare i mali che abbiamo
piuttosto che accorrere verso altri che ci sono ignoti?

Così ci fa vigliacchi la coscienza;
così l’incarnato naturale della determinazione
si scolora al cospetto del pallido pensiero.
E così imprese di grande importanza e rilievo
sono distratte dal loro naturale corso:
e dell’azione perdono anche il nome…

(Matteo Renzi, marzo 2014)

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/racconti/classico/racconto-23159-1>

Spadone a due Nani

Perchè Brunetta fa un tale tumulto?Spadone a due Nani
Di criticar non perde mai occasione
il Premier, nonostante il suo Padrone
sia il socio principal, seppur occulto

Attenti: di recitazion v’è il culto
de’ parti il gioco è la dimostrazione.
Il “buono” ed il “cattivo”, da copione:
s’uno accarezza, l’altro oppone insulto

E’ chiara strategia cerchiobottista
per mantener tranquilli gli elettori
di Forza Italia, falchi oppur colombe
Benevola del Papi l’ombra incombe
su chi è per il Governo, e i detrattori
aizzati son dal nano casinista

Tanto gentil e tanto onesto pare

Scritto per il LoLington Post

Tanto gentile e tanto onesto pareTanto gentil e tanto onesto pare
il buon Matteo, quand’egli altrui saluta:
la lingua sua non sa restare muta,
quando gli piglia il ticchio di parlare.

Gongola assai, sentendosi laudare,
che d’umiltà non brilla è risaputo
e par che apposta sia quaggiù venuto
da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi sì piacente a chi lo mira
genuino e gran comunicatore:
sui fatti lo vedremo ora alla prova;

speriamo che qualcosa alfin si mova
che dia sollievo, non solo rigore,
e al BelPaese mormori: Respira!

Se il leone cambia verso, bela

Cos’è che a Renzi passa per la testaRenzi Premier
che punta a prendere di Letta il posto
così, senza aspettare, ad ogni costo
rischiando che gli facciano la festa?

Perchè ascolto non dà a chi lo contesta:
“Per come il Parlamento è ora composto
ti bruci: con l’Italicum piuttosto
la man sarà più libera e più lesta”

Non è che pure Renzi le elezioni,
seppur possieda un ego smisurato,
di perdere alla fine abbia paura?
Ben nota nel PD è questa cultura:
della Sinistra l’alibi abusato,

pur fuori gioco, è sempre Berlusconi

I Tre Moschettieri del PD

D’Italia i paladini, alti e fieriMoschettieri
si sfidan per eleggere il migliore:

delle Primarie sono i Moschettieri

C’è Porthos, scaltro e comunicatore
provetto, esuberante ed irruento
e c’è chi lo dà già per vincitore

Aramis, erre moscia e tono spento
prete mancato, algido e glaciale
nella tenzon fra i tre sembra il più lento

E poi c’è Athos, l’intellettuale
la giovane promessa del Partito:
che D’Artagnan gli sia più congeniale?

Di Segretario chi verrà insignito
del titolo, con l’onere e l’onore
di rendere il PD meno ammuffito?

Alla risposta mancan poche ore

In Ciucio Veritas

Di Montales via Spinoza

InciucioRe Giorgio confermato Presidente

ai deputati tosto mette fretta,
“Governo sia ora fatto alacremente,

e Premier sia, vi dico, Enrico Letta”.
Approvazion dà infin anche il Caimano,
purchè di torta abbia una gran fetta.

Così numero due diviene Alfano,
che non contento prende anche l’interno,
sì che dossier segreti tiene in mano.

Al giuramento è subito l’inferno,
un tizio spara in piazza “sarà matto”,
bel modo di esordir per un governo.

Elettor di sinistra esterrefatto
la lista dei ministri scorre lento:
Democrazia Cristian per largo tratto.

Ciellino alla difesa, che tormento
Vien da spararsi in testa, tutti morti,
ma, aspetta, questo è proprio accanimento:

ciellino è anche il Ministro dei Trasporti.
Ma non fermarti, guarda alla Salute
del Pdl, non causiamo torti,

Ministro senza Laurea chi discute?
E in tutto ciò Bersani a noi ci dice,
una tra tante lingue biforcute,

“nessuna alternativa più felice”.
Ma intanto sbava rabbia dalla bocca
Ché Premier nominato hanno il suo vice.

E adesso è la pension ciò che gli tocca.

Napolitano trova l’uomo giusto

Di Montales via SpinozaNapolitano

Ma porco vien da dir di questo mondo!
Invece delle prugne e il semolino,
normali per chi è quasi moribondo,

mi tocca dell’Italia far destino!
Se in tre l’elettorato si è diviso
formar Governo è invero un gran casino.

Il Grillo ha trionfato d’improvviso
portando via al PD vittoria certa
sì che Bersani a tutti è ormai un inviso.

O Clio, mi porti tu l’altra coperta?
Pierluigi implora i Cinquestelle invano
mentre il Berlusca insiste con l’offerta

e Capezzone? Beh, lui lecca l’ano.
Così mentre il mercato cola a picco,
il salvator son io, Napolitano,

mentre mio posto vuole l’uomo ricco.
Se esiste veramente quel Signore
una proposta in testa ora gli ficco:

“Buon Dio, oh tu che sei benefattore,
deh lasciami tornar al mio giaciglio
per riposare nelle mie ultim’ore.

Faresti il Presidente del Consiglio?”